Skip to Main content Skip to Navigation
Journal articles

Pentecostalismi africani alla conquista d'ell'Europa

Résumé : 77 sandra fancello abstract Pentecostalismi africani alla conquista dell'Europa (by Sandra Fancello) L'implantation ou l'émergence d'Églises pentecôtistes africaines sur le sol européen est un phénomène qui date de plusieurs décennies en dépit du fait qu'il est passé relativement inaperçu dans la littérature sociologique et anthropologique. Loin d'avoir précédé ou accompagné la migration, l'arrivée des Églises africaines dans les capitales européennes est elle-même, dans un premier temps, le résultat de la formation des communau-tés africaines. L'irruption des Églises africaines dans le paysage religieux européen vient bousculer les Églises dites "établies", qui voient d'un mauvais oeil le prosélytisme de ces nouveaux chrétiens et certains aspects de la liturgie "africaine". A partir d'enquêtes ethnographiques menées en Afrique de l'Ouest et en Europe, cet article interroge les liens entre migration, religion et identité, des problématiques qui sont au coeur des en-jeux et des tensions qui se nouent au sein de ces communautés. Pentecostalismi africani alla conquista dell'Europa 1 L'insediamento delle Chiese pentecostali afri-cane in territorio europeo è un fenomeno da-tato ormai di qualche decennio, anche se non sembra aver destato l'attenzione della letteratu-ra sociologica e antropologica. La pluralità delle tipologie di Chiese presenti pone interrogativi sui legami tra migrazione, religione e identità, problematiche che si trovano al cuore delle rela-zioni e delle tensioni che si formano all'interno di queste comunità. Le mie ricerche si basano su una serie di studi condotti dal 2000 in poi principalmente presso la Church of Pentecost del Ghana 1 , sia in Africa 2 che in Europa 3 , e presso altre tre Chie-se: la Chiesa di Pentecoste della Costa d'Avorio in Francia (Parigi, Porte de la Chapelle), nata da una scissione con la Church of Pentecost in Co-sta d'Avorio; la Chiesa di Pentecoste del Togo in Belgio, e la Chiesa ruandese Zion Temple 4. Que-ste ultime due Chiese furono fondate rispettiva-mente nel 1991 e nel 1999, e importate dall'Afri-ca francofona. La prima deriva anch'essa da una scissione av-venuta dalla Chiesa di Pentecoste in Togo nel 1991. Ognuna di queste Chiese mantiene i contatti con una Chiesa nazionale nel paese d'origine, e costituisce un rifugio lungo gli itinerari migratori dei fedeli, sempre in cerca di luoghi rassicuranti. Queste diverse configurazioni (filiazione, sepa-razione, creazione) intendono restituire la plura-lità e la complessità delle categorie di attori e di processi che portano queste Chiese africane ad emergere nello spazio europeo. La presenza di fe-deli cristiani africani in Europa, a fianco dei pro-testanti evangelici e pentecostali europei, segna una nuova tappa nell'espansione transnazionale del pentecostalismo, alla quale contribuiscono le Chiese africane, dando prova di una nuova capa-cità di espansione missionaria. Vedremo come questa religione globale e trans-culturale sia contemporaneamente diven-tata luogo prediletto per la costruzione e l'affer-mazione identitaria. Le forme di indigenizza-zione del pentecostalismo, soprattutto in Africa (Nigeria, Ghana), ma anche in America Latina, testimoniano di un processo di appropriazione locale, e sottolineano la plasticità culturale del movimento pentecostale. 1 Fondata agli inizi degli an-ni Cinquanta da James McKe-own, un missionario scozzese dissidente della Apostolic Church (Bradford), la Church of Pente-cost è oggi una delle Chiese più importanti in Ghana. Essa è im-piantata in settanta paesi, tra cui una trentina di paesi africani e una quindicina europei. 2 Le ricerche sono state con-dotte principalmente in Bur-kina Faso, in Ghana, in Costa d'Avorio e in Togo. 3 A Marsiglia e in seguito a Pa-rigi, Bruxelles e Amsterdam. 4 Questa Chiesa è nata nel 1994 da un gruppo di preghiera che si riuniva a Kigali. Essa era ini-zialmente denominata Parole Authentique-nome con il qua-le è registrata in Belgio-e ha in seguito adottato la denomina-zione Zion Temple nel 1999. La Chiesa ha sedi anche a Londra, Stoccolma e Copenhagen.
Document type :
Journal articles
Complete list of metadatas

https://halshs.archives-ouvertes.fr/halshs-01470887
Contributor : Sandra Fancello <>
Submitted on : Monday, November 16, 2020 - 4:47:43 PM
Last modification on : Tuesday, January 19, 2021 - 11:08:52 AM

File

Ricerca folklorica.pdf
Publisher files allowed on an open archive

Identifiers

  • HAL Id : halshs-01470887, version 1

Citation

Sandra Fancello. Pentecostalismi africani alla conquista d'ell'Europa. La ricerca folklorica, Grafo ed., 2013, La sfida del pentecostalismo, pp.77-90. ⟨halshs-01470887⟩

Share

Metrics

Record views

153

Files downloads

7