Skip to Main content Skip to Navigation
Conference papers

D'Annunzio tra due secoli

Résumé : Mentre l'attivismo futurista avrà un impatto tutto sommato limitato a determinati ambienti socio-culturali e fallirà nei suoi intenti rivoluzionari, il modello dannunziano, che i suoi detrattori qualificavano come sterile estetizzazione della politica, si rivelerà alla lunga vincente perché capace di coinvolgere le masse attraverso lo sfruttamento di mezzi complementari e sapientemente orchestrati in una prospettiva che si potrebbe definire organica. All'origine del successo c'è senz'altro la padronanza dei media, non solo la stampa, di cui d'Annunzio possiede tutti i meccanismi, ma anche le nuove forme di espressione e di comunicazione di massa quale la fotografia e il cinema di cui egli intuisce subito le potenzialità retoriche e sa quindi impiegare a fini propagandistici, senza dimenticare l'elaborazione dell'efficace liturgia e drammaturgia dei comizi e delle adunate, tutti mezzi che Mussolini, una volta esautorato il precursore, saprà appropriarsi e perfezionare per i propri fini.
Document type :
Conference papers
Complete list of metadatas

https://halshs.archives-ouvertes.fr/halshs-00569326
Contributor : Nicolas Bonnet <>
Submitted on : Thursday, February 24, 2011 - 5:07:51 PM
Last modification on : Friday, June 8, 2018 - 2:50:13 PM

Identifiers

  • HAL Id : halshs-00569326, version 1

Collections

Citation

Nicolas Bonnet. D'Annunzio tra due secoli. D'Annunzio tra due secoli, Dec 2008, Caen, France. pp.89-100. ⟨halshs-00569326⟩

Share

Metrics

Record views

113