Dipinti e sculture negli strumenti europei

Résumé : La mostra, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino con la Galleria dell'Accademia e Firenze Musei e dall'Ente Cassa di Risparmio di Firenze, intende raccogliere per la prima volta rilevanti strumenti musicali di produzione italiana realizzati nel periodo barocco e in cui la scelta dei materiali, la ricchezza e la qualità delle decorazioni e l'elaborazione di forme insolite e sorprendenti tradiscono l'intenzione di creare un'opera d'arte visiva, oltre che musicale.
Per il piacere delle forme e dei colori sono esposti dipinti meravigliosi. Una tela di Cesare Dandini che ci mostra il Dio Apollo con una cetra in mano ornata da animali fantastici, un dipinto di Antiveduto Gramatica proveniente dalle collezioni dei Gonzaga dove Santa Cecilia è circondata da angeli e da strumenti musicali fra cui una grande arpa decorata come un gioiello, uno spettacolare trittico dipinto da Evaristo Baschenis per la Famiglia dei Conti Agliardi. E, soprattutto una serie di più di cinquanta strumenti musicali costruiti con materiali rari o preziosi e stupefacenti per la ricchezza delle decorazioni a intaglio, scolpite e intarsiate, e per le forme sorprendenti e insolite.
Liste complète des métadonnées

https://halshs.archives-ouvertes.fr/halshs-00166628
Contributeur : Florence Gétreau <>
Soumis le : mardi 7 août 2007 - 23:14:14
Dernière modification le : vendredi 14 septembre 2018 - 09:56:02

Identifiants

  • HAL Id : halshs-00166628, version 1

Collections

Citation

Florence Gétreau. Dipinti e sculture negli strumenti europei. Franca Falletti, Renato Meucci, Gabriele Rossi-Rognoni. Strumenti musicali del barocco italiano, Giunti, pp.105-115., 2007, Firenze Musei. ⟨halshs-00166628⟩

Partager

Métriques

Consultations de la notice

265